1. Presentazione

L’Accademia Bardi (già “Centro Bardi”)

opera nei settori della cultura, dell’arte, della musica e teatro,

con l’obiettivo di coniugare la tradizione culturale umanistica con la realtà contemporanea

            Il Centro Bardi (fondato nell’ottobre del 1999 da Alessandro Magini e da Roberto Marchi, come prosecuzione del Progetto Bardi avviato nel 1996), si trasforma nel 2010 in Accademia Bardi (associazione culturale senza scopo di lucro): in tale occasione entrano a far parte del CDA, l’Opera di Santa Croce di Firenze (rappresentata dal suo direttore dott. Giuseppe De Micheli) e il Comune di Vernio.

L’Accademia Bardi opera per la valorizzazione del patrimonio artistico e culturale legato ai Conti Bardi di Vernio, in un’ampia prospettiva temporale che spazia dalla metà del XIV secolo alla contemporaneità e che si articola in vari settori: musicale, teatrale, filosofico, letterario, storico, archivistico.  Il particolare riferimento al quale si ispirano molte attività dell’Accademia (vale a dire la “Camerata dei Bardi” e il dibattito da essa promosso in campo teatrale-musicale, filosofico, poetico, linguistico) permette di programmare iniziative che, proprio dal confronto con le originali esperienze maturate in seno al cenacolo di Giovanni Bardi, possono contribuire anche alla ricerca artistica contemporanea, nel particolare settore del rapporto tra musica, teatro, poesia.