3. Collaborazioni

Istituzioni che hanno contribuito alla realizzazione dei programmi del Centro Bardi, poi Accademia Bardi

Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Toscana, Provincia di Prato, Comune di Vernio, Comune di Prato, Comune di Carmignano, Comune di Firenze, Comune di Fiesole, Comune di Bagno a Ripoli, Comune di Greve in Chianti, Comune di San Casciano Val di Pesa, Comune di Barberino del Mugello, Comune di Montespertoli, Città Metropolitana Firenze, Camera Commercio Industria Artigianato (C.C.I.A.A.) Prato, Fondazione Teatro Metastasio Stabile della Toscana, Prato, Centro Magnolfinuovo, Prato, Fondazione Cassa di Risparmio, Prato, Comune e Regione Wien  (Austria), Congregazione Italiana a Vienna (Minoritenkirche-Wien, Austria), Ambasciata Italiana e Istituto di Cultura Italiano a Vienna, Akademie der bildenden Künste, Wien (Austria), Accademia della Crusca, Firenze, Accademia Nazionale d’Arte Drammatica, Roma, Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, Biblioteca Marucelliana, Firenze, Biblioteca Riccardiana, Firenze, Palazzo Medici-Riccardi, Firenze, Biblioteca Roncioniana, Prato, Opera di Santa Croce, Firenze, Biblioteca Casanatense, Roma, Fondazione Istituto Datini, Prato, Istituto Nazionale di Studi sul Rinascimento, Firenze, Sovrintendenza ai beni archivistici della Toscana, Archivio di Stato di Firenze, Archivio di Stato di Prato, Museo del Tessuto, Prato, Università di Firenze, Università di Bergamo, , Società Italiana di Musicologia, Roma, Société Marsile Ficin, Paris

CONVENZIONI

 

Nel mese di settembre 2013, su iniziativa dell’Accademia Bardi, nasce la

RETE DEI COMUNI BARDIANI

 L´Accademia Bardi, in collaborazione con il Centro Ricerche Studium Faesulanum e l’Opera di Santa Croce, promuove in data 4 luglio 2013, la costituzione di una rete dei comuni storicamente connotati dalla presenza del nobile casato dei Bardi nei rispettivi territori:

Vernio, Greve in Chianti, Montespertoli, Barberino di Mugello, San Casciano V.P., Prato, Fiesole, Firenze

La “Rete dei Comuni Bardiani” (aperta al futuro ingresso di altre realtà) collabora con Enti e Istituzioni Culturali della Toscana e si propone di:

-       attivare una collaborazione intercomunale;

-       promuovere la conoscenza dei rispettivi territori attraverso l’organizzazione di programmi culturali a soggetto bardiano, artistici, turistici congiuntamente elaborati;

-       riunire e coordinare un unico programma annuale le iniziative e i progetti bardiani proposti e gestiti dai vari enti partecipanti, insieme a quelli congiuntamente progettati;

-       collaborare per il reperimento di risorse economiche destinate ai progetti programmati;

-       condividere e mettere a disposizione i rispettivi servizi di pubblicizzazione e comunicazione;

-       comunicare le iniziative  abbinate a manifestazioni culturali, accademiche, scientifiche e artistiche, attraverso il sito web dell’Accademia Bardi.

-       raccordare i siti delle istituzioni e degli enti coinvolti;

-       collaborare con istituzioni culturali, accademiche, scientifiche e artistiche nazionali e internazionali

-       adottare un logo per la  “Rete Comuni Bardiani” da utilizzare negli eventi e nei programmi comuni

Collaborano al progetto: Regione Toscana, Provincia di Prato, Sovrintendenza Beni Archivistici della Toscana, Archivio di Stato di Firenze, Archivio di Stato di Prato, Opera di Santa Croce (Firenze), Accademia della Crusca (Firenze), Biblioteca Nazionale Centrale (Firenze), Biblioteca Riccardiana (Firenze), Biblioteca Marucelliana (Firenze), Société Marsile Ficin (Paris)

Vengono invitate ad aderire alla costituzione della Rete dei Comuni Bardiani, quali soci fondatori, le Amministrazione Comunali di:

VERNIO, GREVE IN CHIANTI, MONTESPERTOLI, BARBERINO di MUGELLO, SAN CASCIANO V.P., FIESOLE, FIRENZE

 Insieme ai rappresentanti di:

 ACCADEMIA BARDI (Prof. Alessandro Magini)

STUDIUM FAESULANUM (Dott. Hans Weidinger)

OPERA DI SANTA CROCE (Dott. Giuseppe De Micheli)

*

Convenzione con Biblioteca Marucelliana di Firenze

Nel 2018 l’Accademia Bardi stipula una convenzione quinquennale con la Biblioteca Marucelliana di Firenze per svolgere (nel Salone Monumentale della biblioteca) programmi annuali di conferenze, concerti, presentazioni libri e edizioni discografica, così come attività divulgative e didattiche per la valorizzazione della biblioteca. (vedi convenzione in Appendice). Progetto in collaborazione con Opera di Santa Croce.

CONVENZIONE DI COLLABORAZIONE E SCAMBIO DI SERVIZI CULTURALI TRA

 ACCADEMIA BARDI con sede legale a San Quirico di Vernio (Po) P.zza del Comune 20 cod. fisc. 92083510484 rappresentata dal presidente pro-tempore prof. Alessandro Magini, nato a Vernio il 23. 10.1955 (C.F. MGNLSN55R23L775H) residente a Firenze Via Alfani, 34

E

la BIBLIOTECA MARUCELLIANA DI FIRENZE organo periferico del Ministero per i Beni e le Attività culturali, con sede legale in Firenze, Via Cavour, 43, rappresentata dal Direttore Dott.ssa Katia Bach nata a Milano il 3 luglio 1957

VISTO

Il Dlgs. 42/2004 smi “Codice dei beni Culturali e del Paesaggio” ai sensi della L. 6.07.2002 n. 137, visto l’art. 9 e l’art. 117 della Costituzione, visti gli artt. 4, 5, 111 e seguenti del Dlgs. 42/2004

E CONSIDERATO CHE

a)     che è interesse della Biblioteca incrementare le attività culturali e artistiche finalizzate alla valorizzazione di questa istituzione e del patrimonio librario, artistico e musicale in particolare, che custodisce

b)     che è interesse della Biblioteca Marucelliana promuovere, nello spirito originario del suo fondatore, la sensibilizzazione di un vasto pubblico alla cultura e all’arte attraverso iniziative di ricerca, divulgazione e approfondimento rivolte a tutte le componenti sociali della città

PREMESSO

 a)     che l’Accademia Bardi svolge da venti anni un’intensa attività di studio, di produzione  artistica, di formazione, di divulgazione in vari settori della cultura umanistica e contemporanea, collaborando con importanti istituzioni fiorentine, quali l’Opera di Santa Croce e la stessa Biblioteca Marucelliana con la quale, negli anni passati, sono state organizzate conferenze, presentazioni di libri, concerti, convegni, spettacoli teatrali

 b)     che l’Accademia Bardi, attraverso la sua collana editoriale “La Biblioteca dell’Orso”, pubblica studi e testi rari legati alla cultura umanistica e artistica fiorentina (allegato 1), tra i quali testi custoditi presso la stessa Biblioteca Marucelliana

 c)     che l’Accademia Bardi, nel corso della sua ventennale attività, ha realizzato numerose iniziative di varia natura: ricerca archivistica, organizzazione di convegni, presentazione libri, rassegne concertistiche e teatrali dedicate al repertorio storico e contemporaneo

CIO’ PREMESSO SI CONVIENE QUANTO SEGUE:

  • La Biblioteca concede, a titolo gratuito, all’Accademia Bardi i locali previo accordo con la Dott.ssa Silvia Castelli per lo svolgimento di attività culturali e artistiche collegate alla valorizzazione del patrimonio librario della Marucelliana.
  • L’Accademia Bardi s’impegnerà altresì nello sviluppo di programmi volti alla valorizzazione della Biblioteca ed opererà a titolo gratuito. I costi dell’energia elettrica e delle pulizie dei locali saranno determinate di volta in volta, tenendo presente le attività che verranno svolte all’interno dell’istituto.
  • Per la realizzazione dei progetti concordati la Biblioteca Marucelliana metterà gratuitamente a disposizione i locali ritenuti più idonei, in date e orari compatibili con le attività e le disponibilità della Biblioteca; l’Accademia Bardi metterà gratuitamente a disposizione le proprie competenze e le risorse artistiche e culturali per la realizzazione delle attività comunemente stabilite
  • Sarà istituito un comitato scientifico di consulenza che si riunirà, quando necessario, nei locali della Biblioteca; la Biblioteca ospiterà anche le riunioni finalizzate alla progettazione, così come gli incontri per l’organizzazione e la gestione delle attività tese alla valorizzazione e fruizione del materiale posseduto.
  • La Biblioteca e l’Accademia Bardi concorderanno le strategie per la massima pubblicizzazione degli eventi programmati e che saranno regolamentati di volta in volta con appositi atti.
  • Eventuali risorse economiche necessarie per l’attuazione di particolari programmi saranno richieste, di comune accordo, dalla Biblioteca e dall’Accademia a enti e istituzioni sia pubbliche che private. Eventuali proventi saranno reinvestiti per il sostegno delle attività rivolte alla valorizzazione della Biblioteca.

La presente convenzione decorre dalla data della stipula ed avrà la durata di 5 anni. Il rinnovo avverrà previo accordo tra le parti.

Firenze, Luglio 2018